A Kroos non piacciono gli orari della Liga: “Di solito a quest’ora sto già dormendo”

Il centrocampista del Real Madrid ha postato una foto scattata durante il match vinto dai Blancos contro il Getafe. Una partita iniziata alle 22:15 di Madrid, un orario davvero insolito anche per gli spagnoli. E Kroos, che è tedesco, a quell’ora spesso e volentieri è già sotto le coperte…

di Redazione Il Posticipo

Il denaro non ha odore e tantomeno orario. E la Liga, che sotto la direzione Tebas sta compiendo una metamorfosi che punta a trasformarla in una Premier League iberica, si adatta all’espansione dei mercati in tutte le maniere possibili. Omologazione dei numeri, partite da giocarsi negli Stati Uniti e soprattutto mega-spezzatino, con partite giocate a tutti le ore possibili per rendere felici, a turno, i tifosi dell’estremo oriente o del continente americano. E i calciatori, cosa ne pensano? C’è chi si adatta e chi, a modo suo, si lamenta. Come Toni Kroos, che attraverso i suoi profili social, ha lanciato una frecciatina.

DORMIRE – Il centrocampista del Real Madrid ha infatti postato una suo foto (con una faccia molto stanca) scattata durante il match vinto dai Blancos contro il Getafe. Una partita iniziata alle 22:15 di Madrid, un orario davvero insolito persino per gli spagnoli, che notoriamente tendono a cominciare le giornate più tardi e ad andare a letto a notte inoltrata. E poi Kroos è tedesco, non iberico, e a quell’ora spesso e volentieri è già sotto le coperte. Questa infatti l’insolita didascalia dell’immagine condivisa dal numero otto: “Sono più felice di quel che sembra, ma di solito a quest’ora sto già dormendo“. Una battuta, forse, ma che qualcuno ha interpretato come un attacco alle molte novità che stanno contraddistinguendo la Liga.

CALDO – In realtà però lo strano orario dipende da due necessità contingenti. Quella della scansione televisiva dei match, con il posticipo serale che non può andare in onda in contemporanea a altre partite, e quella di non contravvenire a un accordo con l’associazione dei calciatori. Da quel che riporta AS, l’AFE ha infatti preteso che almeno per le prime giornate, quando il caldo in Spagna è ancora asfissiante, le partite venissero spostate nel tardo pomeriggio per evitare ai calciatori di giocare sotto la calura. Il che ha portato la Liga a ritardare il posticipo di un’ora e mezza rispetto al solito. Nella prima giornata il match a tarda ora è toccato al Real e nella seconda…anche, dato che i Blancos giocheranno contro il Girona sempre alle 22:15. E se le temperature non dovessero abbassarsi, anche la partita contro il Leganes, prevista per le 20:45 del primo settembre, potrebbe diventare…una notturna. Con buona pace di Kroos e del suo bisogno di dormire.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy