A cercare di mettere pace tra Michael Owen e Alan Shearer ci pensa… Southgate

A cercare di mettere pace tra Michael Owen e Alan Shearer ci pensa… Southgate

La faida tra Michael Owen e Alan Shearer non sembra volgere al termine. Ormai sono 10 anni che i due si punzecchiano: ora Gareth Southgate vuole fargli fare pace…

di Redazione Il Posticipo

Capita, a volte che due calciatori o un calciatore e un allenatore litighino. Anzi, capita spesso. Principalmente succede tra avversari ma di tanto in tanto anche tra compagni di squadra possono crearsi degli attriti. Nel 90% dei casi, si tratta di cose che nascono e muoiono sul campo, che durano l’intervallo che va dal fischio d’inizio al fischio finale di una partita a causa di un’incomprensione gonfiata dall’enorme carico della trance agonistica. Altre volte, le liti non finiscono e continuano nel tempo. A fasi alterne si inaspriscono e poi tornano a tacere finché qualcuno… dice “basta così”. Nel caso della faida Owen-Shearer, questo qualcuno è il Ct Southgate.

GALEOTTO FU QUEL LIBRO – Stando a quanto riporta il Sun, il commissario tecnico dei Tre Leoni non ne può più della lite tra le due leggende della nazionale e vuole scendere in campo come mediatore per porre fine alle ostilità. “Non è mai bello assistere a una lite pubblica tra due persone, è un peccato”. In sintesi, nella sua autobiografia, Michael Owen ha scritto di essersi pentito di aver firmato per il Newcastle. Lì, Owen ha trovato dapprima un grande amico in Shearer. Poi, con la scelta di quest’ultimo come allenatore, le cose si sono guastate perché Shearer avrebbe accusato di scarsa professionalità Owen. I due, dopo la pubblicazione del libro e di alcuni stralci sui giornali, si sono concessi una litigata pubblica su Twitter.

ANDARE OLTRE – Il Sun riporta le parole del Ct sulla strana situazione tra i due ex Newcastle: “Penso che nel calcio, nei momenti di alta pressione, inevitabilmente, accadranno diverse cose. Anch’io ho lottato per la salvezza quell’anno ed era un ambiente piuttosto intenso. Quindi, se non hai l’opportunità di andare oltre alle tensioni, si creeranno delle situazioni irrisolte, delle conversazioni irrisolte e dunque, delle decisioni irrisolte. Sono sempre stato uno di quelli che vorrebbe una riconciliazione tra loro due… insomma, perché no?“.

PACIERE – Nel corso della propria carriera, spiega il quotidiano inglese, Southgate, ha aiutato molti calciatori a risolvere i propri conflitti: chissà che non ci riesca anche stavolta. “Ognuno, poi, sceglie la propria strada. Speriamo che i due possano incontrarsi e parlare. Penso che comunicare in ogni momento della vita sia la cosa più importante che si possa fare. L’ideale sarebbe farlo a quattro occhi, la seconda migliore situazione è al telefono ma assolutamente non sui social. Devono andare avanti, sono grandi e grossi, qualsiasi cosa stia marcendo tra loro potrebbe forzarli a un riavvicinamento“.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy