700 volte Messi: a lui, i record… piacciono contro l’Atletico

Lionel Messi segna per la 700esima volta in carriera e… l’Atletico porta bene.

di Redazione Il Posticipo

Messi e l’Atletico: conseguenza di reazioni chimiche, fenomeni fisici e un’incredibile concatenazione di casualità. Per la maggior parte delle cose esiste una spiegazione razionale e logica ma c’è qualcosa alla quale gli scienziati non riescono a darsi una risposta. L’unica certezza è che l’argentino bussa per la 700esima volta in carriera dove lo aveva fatto alla… seicentesima. Evidentemente l’Atletico porta bene.

700 VOLTE MESSI – La Pulga colpisce ancora. E nonostante sia diventato un gigante del calcio, quel soprannome se lo tiene stretto. Meglio dare sempre l’impressione di essere il piccoletto, sparire dai radar altrui per riapparire diverse volte sul tabellino delle partite. 700  per l’esattezza. Un percorso meraviglioso cominciato tanto tempo fa, nella primavera del 2005 con quel primo gol in Liga contro l’Albacete, al 91′ di gioco e arrivato a un’importantissima tappa contro l’Atletico Madrid nella fase finale di questa strana stagione. E dire che questa doppietta porta il suo bottino personale a 33 gol contro l’Atletico Madrid, secondo solo al Siviglia che da Leo ne ha presi addirittura 37.

POVERO CHOLO – Ma non è l’unica particolarità che coinvolge i Colchoneros. C’è da dire che i 600 gol in carriera, Leo Messi li aveva festeggiati proprio contro l’Atletico di Diego Simeone due anni e tre mesi fa. Era il 5 marzo 2018. Bisogna ricordare, poi, l’ormai famoso aneddoto del Cholo che riguarda la mancata esultanza per un gol dell’Atletico Madrid contro il Barça perché, proprio in quel momento “Ho visto che Messi si andava a scaldare” e tutti sanno quanto sia mortifero da subentrato. L’uomo dei record, quindi, colpisce ancora e colpisce di nuovo l’Atletico. E per la gioia di tutti i tifosi del Barcellona e di tutti gli appassionati di calcio… non è finita qui.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy