5 ris…POST…e al campionato

5 ris…POST…e al campionato

Di Stefano Impallomeni. Il campionato lascia in eredità dubbi, interrogativi e curiosità. Ecco le risposte ai quesiti che ha regalato la seconda giornata di Serie A.

di Stefano Impallomeni

DUELLO

1) È già Juventus-Inter per lo scudetto o ci sarà ancora il Napoli di mezzo? Dopo 2 giornate, c’è più la mano di Sarri o quella di Conte?

Calma, siamo appena all’inizio e in un periodo in cui la preparazione non è del tutto perfezionata. Muscoli e gambe rispondono fino a un certo punto. Ci sono fondo e velocità limitati, c’è un’altalena di valori non pienamente espressi, sebbene siano palesi e nitide le forze complessive. Matura e consapevole quella bianconera, ambiziosa e arrembante quella nerazzurra. È però un indizio interessante, un duello che ci potrebbe stare. Potrebbe essere la sfida nuova di questo campionato. E sarebbe un’antica rivalità sportiva che si può ripresentare dopo tanto tempo. Per ora si nota più la mano di Conte che quella di Sarri. L’Inter ha recepito il messaggio dell’allenatore leccese, che nel post partita di Cagliari ha evidenziato come nella sua squadra non ci sia gente che abbia vinto qualcosa di significativo. La differenza è tutta qui. Sarri da questo punto di vista parte avvantaggiato, ma sappiamo cosa Conte può trasferire ai suoi specialmente al primo anno di guida. Napoli sulle montagne russe, ma non datelo per spacciato. Ancelotti ha correttamente criticato la prestazione della squadra allo Stadium di Torino. Un’ora in balia degli eventi, 7 reti prese in 2 partite. Non basta la facilità con cui si va nell’area avversaria segnando e  recuperando partite che meriterebbero un altro approccio. Serve una difesa collettiva diversa. Le vie dello scudetto sono infinite, ma bisogna intraprenderle seguendo vecchie consuetudini. Tre squadre, Juve favorita, ma campionato balordo in cui può succedere di tutto. E complimenti al Toro di Cairo e Mazzarri, allenatore capace e bravo, misteriosamente sottovalutato e mai davvero preso in considerazione per quel che merita. Un primato che non stupisce, almeno per ora.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy