Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

35 anni fa, il gol del secolo. E oggi la maglia di Maradona… è in Inghilterra

 (Photo by Allsport/Getty Images)

Argentina-Inghilterra, la partita del secolo: oltre alle polemiche e ai ricordi, cosa rimane di quel match? La maglia di D10s, conservata in un museo... inglese, grazie a Steve Hodge.

Redazione Il Posticipo

Chi ama il calcio, a prescindere dall'anno di nascita, certe cose...le ha viste per forza. Come la partita tra Argentina e Inghilterra del mondiale messicano del 1986. In un periodo di tensione tra le due nazioni dovuta alla guerra delle Falkland, il 22 giugno, si scontrano ai quarti di finale. È la partita che consegna alla storia Diego Armando Maradona. In quella occasione Diego mostra tutto il suo repertorio, nel bene e nel male. Segna il suo gol più bello facendo piangere il telecronista e anche quello più assurdo: quello de "la mano de Dios". Ma oltre alle polemiche e ai ricordi, cosa rimane di quel match? Un ricordo collettivo celebrato oggi in tutta l'Argentina. E la notizia che la maglia di D10s, non è in Sudamerica. Bensì ben conservata in un museo... inglese.

ASSURDO - Il mondiale era in Messico, è la partita "del Siglo" per gli argentini. E allora perché quella reliquia è in Inghilterra? Beh, succede che alla fine della partita, Maradona dà la propria maglia a un avversario. Oggi quell'avversario, Steve Hodge, racconta cosa ne ha fatto a La Nacion. "È successo per caso. Me l'ha data nel tunnel dopo la partita. Avevo la maglia in una mano e quando sono entrato nello spogliatoio c'era molta gente: fisioterapisti, media, mister Robson stava discutendo con alcuni giocatori. L'ultima cosa a cui avranno pensato è se avessi in mano la maglia di Maradona. Nessuno mi ha detto niente, l'ho messa nella borsa e l'ho portata con me". Ma poi arriva l'illuminazione... grazie a Pelé.

DOV'È - Sì, perché nel 2002 ha fatto molto rumore l'asta per una maglia di Pelé aggiudicata per oltre 100.000€. Hodge ha preso in considerazione l'opzione di venderla, ma alla fine, ha deciso di donarla al National Museum of English Football di Manchester. Hodge, in ogni caso, l'ha tenuta bene per tutti quegli anni e addirittura afferma di non averla nemmeno lavata. E ora, grazie all'ex centrocampista della nazionale dei Tre Leoni, tale pietra miliare della cultura calcistica è visitabile da parte di chiunque abbia voglia di recarsi al museo di Manchester. La reliqua per la cronaca, vale almeno due milioni di dollari, ma Hodge, che ne è legittimo proprietaro, non ha alcuna intenzione di venderla.