Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

25 anni di MLS e la sorprendente lista dei migliori 25 di sempre: Giovinco c’è, Ibra…no!

(Photo by Handout/UEFA via Getty Images)

Chissà come avrà preso lo svedese la pubblicazione da parte della MLS della lista dei 25 più grandi giocatori del campionato nordamericano. Il centravanti del Milan è uno dei grandi esclusi, ma lascia spazio a un italiano...

Redazione Il Posticipo

Bello, molto bello ma...dov'è Zlatan? Non serve uno sforzo sovrumano di immaginazione per pensare a come può aver preso lo svedese la pubblicazione sul proprio sito da parte della MLS della lista dei 25 più grandi giocatori del campionato nordamericano. La top 25 è stata messa giù nel venticinquesimo anniversario della nascita del campionato, che si festeggia proprio nel 2021, visto che giusto due decenni e mezzo fa iniziavano i primi playoff. Quando ha lasciato i Los Angeles Galaxy, Ibrahimovic lo ha fatto con una delle sue classiche frasi ad effetto: "Sono arrivato, ho visto, ho conquistato". Non proprio, vista la sua bacheca in terra americana (vuota) e soprattutto viste le scelte da parte di chi gestisce la lega calcistica di Stati Uniti e Canada. Nello stilare la lista, gli sono stati preferiti altri calciatori che nel corso degli anni hanno contribuito maggiormente all'aumento dell'interesse nei confronti della MLS, come l'ex interista Robbie Keane, David Beckham o il leggendario Carlos Valderrama.

FRASI - Chissà, forse Ibra ha pagato le dichiarazioni abbastanza polemiche che non sono mai mancate nel corso della sua avventura nel Nuovo Continente. In fondo, difficile aspettarsi che da quelle parti avrebbero gradito frasi come "adesso tornate a vedere il baseball", oppure "ho vinto più titoli io di tutta la MLS". E infatti, incredibile ma vero, ci sono almeno 25 colleghi che, come ha spiegato il Commissioner Don Garber, hanno fatto di più dello svedese nello sviluppo della lega nordamericana e nella diffusione del soccer, come lo chiamano oltreoceano, come sport in grado di insidiare le discipline più amate come football americano, basket, baseball e hockey. Mal comune, mezzo gaudio, però, perchè Zlatan non è l'unico dei big recenti ad essere stato escluso dalla lista.

 (Photo by Marco Luzzani/Getty Images)

GIOVINCO - Restano infatti fuori campionissimi del calibro di David Villa, che pure ha giocato e segnato parecchio a New York, o Wayne Rooney, che però ha dalla sua l'attenuante di non essere stato moltissimo a Washington. Davanti a loro, in questa ideale classifica, si sono piazzati nomi che in Europa sono semisconosciuti, ma che rappresentano la vera essenza del soccer made in USA. Tra i quali, però, spunta quello di un italiano. Sebastian Giovinco è stato uno dei primi calciatori di livello internazionale a non aver scelto la MLS come approdo di fine carriera, ma a fare il grande salto era al top delle proprie capacità. Per lui quindi, assieme al titolo vinto con il Toronto FC, arriva anche il posto tra i 25 grandissimi della storia del torneo. Un altro sgarbo a Ibra, dopo che quando è arrivato lo svedese la Formica Atomica gli era davanti come calciatore più pagato!