Piqué applaude la nuova Coppa Davis: “Successo assoluto, studieremo nuovi orari. E su Federer…”

Piqué applaude la nuova Coppa Davis: “Successo assoluto, studieremo nuovi orari. E su Federer…”

Il difensore del Barcellona ha parlato in qualità di presidente di Kosmos, società organizzatrice della massima competizione mondiale a squadre del tennis maschile che da quest’anno ha adottato un nuovo formato. Bilancio positivo, orari a parte…

di Redazione Il Posticipo

Qualche protesta, problemi logistici e diverse polemiche. Tuttavia la Coppa Davis ha avuto una risonanza mediatica mai vista in passato. La nuova formula è stata un successone secondo Gerard Piqué  Il difensore del Barcellona nonché proprietario di Kosmos, ha parlato in conferenza stampa accompagnato da David Haggerty presidente della International Tennis Federation (ITF). Al centrale però è toccato… difendersi dalle accuse piovute per gli orari.

IL PARERE DEI TOP – Piqué è sembrato molto soddisfatto in conferenza stampa, come riporta AS: “Dobbiamo migliorare la questione degli orari, ma teniamo presente che ci sono molte squadre in gara in una sola settimana. Però il feedback che ho avuto con Nadal, Djokovic e altri grandi giocatori è stato grandioso. Stiamo studiando alternative, ad esempio iniziare le partite prima oppure riposare meno tra una gara e l’altra. Parleremo coi giocatori per vedere cosa preferiscono”. Piqué non è sembrato affatto preoccupato per le critiche ricevute: “Questo problema non mi preoccupa affatto per il futuro”. 

FUTURO – La nuova Coppa Davis è stata un successo, anche se non sono mancate le partite con un quantitativo di pubblico al di sotto delle aspettative. Piqué ne è consapevole: “Ci sono state partite in cui gli spalti non erano pieni, però sono certo che la partecipazione migliorerà perché le persone conosceranno meglio il formato. C’è la possibilità di organizzare un’unica competizione di due settimane. Ne parleremo nei prossimi mesi e poi vi annunceremo qualcosa”.

MADRID E FEDERER – Piqué ha dato qualche delucidazione anche sulla sede delle prossime finali affermando che Madrid è intenzionata ad estendere il contratto che già la vincola alla Coppa Davis 2019 e 2020. Il difensore ha mandato anche un messaggio a Roger Federer dopo le polemiche degli scorsi giorni: “Era era il mio idolo nel tennis e rispetto la sua decisione di non giocare la Davis”. Intanto la Spagna può festeggiare. Il primo “mondiale” è della Roja.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy