McLaren, Norris preferisce Ricciardo: “Carlos alla Ferrari mi sorprende. Daniel sa come si vincono i Gran Premi posso imparare molto”

McLaren, Norris preferisce Ricciardo: “Carlos alla Ferrari mi sorprende. Daniel sa come si vincono i Gran Premi posso imparare molto”

Sainz alla Ferrari ha innescato un domino… di volanti in F1. Una scelta che ha sorpreso Norris, l’altro pilota della scuderia di Woking.

di Redazione Il Posticipo

Sainz alla Ferrari ha innescato un domino… di scambio di sedili e volanti in F1. Complice anche l’addio, a fine stagione di Vettel e di Ricciardo, i box potrebbero essere rivoluzionati. Per il momento c’è un posto libero in Renault, mentre l’erede di Sainz sarà proprio l’australiano. Una scelta che ha sorpreso Norris, l’altro pilota della scuderia di Woking che però non è affatto dispiaciuto dell’arrivo del nuovo collega. Anzi.

INASPETTATA – Come riportato da AS il pilota britannico ha manifestato il proprio stupore per il trasferimento di Sainz in rosso: “Immagino che sia stato un po ‘sorprendente per tutti, soprattutto perché non mi aspettavo che Sebastian non si rinnovasse con la Ferrari. Quando non ha firmato, era ovvio che sarebbe successo qualcosa, ma tutti i piloti  sembravano ben radicati nei loro team. Nessuno si aspettava il passaggio di Carlos in Ferrari. Sono rimasto molto sorpreso. Mentre non mi ha stupito l’arrivo di Ricciardo alla McLaren”.

STOCCATA – Norris è felice per l’arrivo dell’australiano. E non risparmia una stoccatina al compagno di squadra che l’anno prossimo vestirà di rosso. “La McLaren voleva Ricciardo da prima del 2019, quindi sapevo che era nei radar della scuderia. La McLaren però ha corso molto meglio rispetto alla Renault nello scorso anno dunque  forse questo gli ha fatto cambiare idea sulla decisione che aveva preso. Spero di imparare molto da lui. A differenza di Carlos, Ricciardo ha più esperienza, sa come si vincono le gare. Qualcosa che a Carlos è mancato, sebbene non posso negare che sia un pilota di assoluto talento. Daniel però ha già lavorato con i migliori team  della F1 e conosce  esattamente cosa sia necessario per vincere i Gran Premi. Ecco perché ritengo che la sua presenza potrà essere molto preziosa, mi potrà insegnare tantissime cose”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy