altri sport

I “graffi” di Hamilton, fra polemiche e diritti civili

Redazione Il Posticipo

 NORTHAMPTON, ENGLAND - AUGUST 09: Second placed Lewis Hamilton of Great Britain and Mercedes GP and third placed Valtteri Bottas of Finland and Mercedes GP celebrate on the podium during the F1 70th Anniversary Grand Prix at Silverstone on August 09, 2020 in Northampton, England. (Photo by Frank Augstein/Pool via Getty Images)

"Non siamo nati con il razzismo e l'odio nel cuore"

Oltre a vincere il mondiale, Hamilton passerà alla storia, come anche lui stesso pretende, anche per il suo impegno nella lotta per l'uguaglianza sociale che lo ha portato ad essere uno delle figure più iconiche del movimento "Black Live Matter". Il pilota è sempre molto attivo sui social e sta percorrendo le orme dei grandi sportivi di colore del passato che oltre a scrivere la storia dello sport si sono distinti anche come portavoce dei diritti umani.