Clamoroso Hamilton: ritiro dalla formula 1?

Clamoroso Hamilton: ritiro dalla formula 1?

Un ritiro che potrebbe sconvolgere il circus. Hamilton medita di lasciare la F1 a fine contratto. Nel 2018 si giocherà l’ultima possibilità di superare Vettel e raggiungere Fangio?

di Redazione Il Posticipo

Clamoroso. Hamilton si ritira. Parola di chi lo ha fatto prima di lui. Nico Rosberg, l’unico capace di interromperne il dominio lo scorso anno. Sembra che Ginetto gli abbia confidato la propria stanchezza: il contratto con la Mercedes scade nel 2018. E forse l’anno prossimo dirà basta.

Hamilton, assalto per superare Vettel

Difficile comunque ipotizzare un addio immediato. Hamilton ha calato il poker ed ha gli stessi titoli mondiali di Vettel, che considera l’unico vero rivale. Rosberg è stato un incidente di percorso, una comparsa, un pilota teutonico su macchina tedesca, dicono le malelingue. Il vero uomo da battere resta il ferrarista. Una rivalità neanche troppo celata: anzi. Nelle ultime gare, a mondiale ampiamente deciso, Hamilton e Vettel non lottavano per l’iride. Ma per superarsi. Dimostrare l’uno all’altro chi è il più veloce. E il 2018, con una Ferrari più competitiva, meno distratta e sfortunata, potrebbe essere una stagione memorabile. Una sfida da Ok Corral per il quinto titolo. Forse l’ultimo per Hamilton.

Michael Schumacher è irraggiungibile

Qualora Hamilton raggiungesse il quinto titolo iridato, a 33 anni, con cinque mondiali alle spalle, allora sì che potrebbe smettere. Non ha il tempo, e probabilmente neanche la voglia, di inseguire e superare Schumacher. Il sette volte campione del mondo è irraggiungibile. In ogni caso, anche superandolo, non entrerebbe mai nel cuore degli appassionati di questo sport come il tedesco. Al di là della retorica legata a un destino amarissimo, che paradossalmente lo ha reso ancora più amato, Hamilton non ha la personalità né il carisma del pilota capace di portare la Ferrari in cima al mondo. Ginetto ne potrebbe vincere 100, di mondiali, ma Schumacher è lassù, con i grandissimi, avvolto nel mito. Ciò che lui non sarà mai. Stimato sì, ma amato è un’altra cosa. E anche il britannico ne è consapevole. Ecco perchè, superato Vettel, potrebbe davvero dire basta.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy