F1, Hamilton preoccupato: “Macchina veloce, ma ci manca un po’ di affidabilità”

F1, Hamilton preoccupato: “Macchina veloce, ma ci manca un po’ di affidabilità”

La F1 lascia Barcellona fra dubbi e prime certezze. La Mercedes sembra la macchina più veloce in pista. Non è una novità. Rispetto allo scorso anno, però, c’è qualcosa di diverso.

di Redazione Il Posticipo

La F1 lascia Barcellona fra dubbi e prime certezze. La Mercedes sembra la macchina più veloce in pista. Non è una novità. Rispetto allo scorso anno, però, c’è qualcosa di diverso. L’affidabilità. I problemi emersi alla power unit lasciano più di qualche perplessità in seno alla scuderia. Sicuramente la monoposto è veloce, ma è altrettanto innegabile che per vincere le gare, bisogna anche arrivare al traguardo. Hamilton, come riportato dal sito formula1.com,  è abbastanza preoccupato.

PROBLEMINO – Il Campione del Mondo è rimasto… a piedi: non benissimo, come inizio. “Normalmente, dopo i test pre-stagionali, torniamo con molta più fiducia sull’affidabilità, quindi non è stato tutto perfetto. Siamo già al nostro terzo motore, non è sicuramente una situazione facile. Ho però totale fiducia nella Mercedes. La squadra analizzerà ogni problema e farà del suo meglio nelle prossime settimane per essere sicuri di partire nuovamente con il piede giusto”.

FUTURO – Resta però poco tempo. Solo due settimane prima del semaforo in Australia. Quanto basta per essere, ancora, fiduciosi: “Anche lo scorso anno abbiamo vissuto un inverno complicato. Il motore è molto buono e ho già percepito un miglioramento rispetto allo scorso anno. Non siamo proprio dove vogliamo, ma solo dal punto di vista dell’affidabilità. Sono certo che, tornati in fabbrica, lavoreremo sodo per risolvere qualsiasi problema”. La sensazione che le risorse siano sufficienti. Del resto, la Mercede ha sempre goduto di ottima… salute. Hamilton è l’unico pilota ad aver terminato tutti i Gran Premi nel 2019. E a meno che non vi siano clamorose involuzioni, al netto dei problemi, la sensazione è che l’iridato possa puntare al suo settimo mondiale per consegnarsi alla storia della F1.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy