F1, Claire Williams: “Tornare a correre è fondamentale per la nostra sopravvivenza”

F1, Claire Williams: “Tornare a correre è fondamentale per la nostra sopravvivenza”

Un team carico di storia e trofei, ma anche di difficoltà senza la certezza di poter correre: la responsabile del team di Grove lancia l’allarmante appello.

di Redazione Il Posticipo

Il boss della McLaren Zak Brown lo aveva detto.  Claire Williams, ai microfoni di Sky Sports, lo conferma. Se il mondiale di F1 non riparte, alcune squadre rischiano di sparire. Compreso il glorioso team di Grove. Una delle scuderie che sta pagando di più per sopravvivere in uno scenario un cui la crisi generata dalla pandemia ha messo in ginocchio l’economia.

MODELLO – La responsabile del team lascia poco spazio alle interpretazioni: “Dobbiamo correre per sopravvivere. Diversi team hanno  già chiuso accordi con i rispettivi sponsor, e senza le competizioni potrebbero essere nulli. E a ciò si aggiunge che diverse scuderie hanno già speso la maggior parte dei soldi per progettare le monoposto. Serve un modello sostenibile. Non sappiamo se ci saranno 15 Gran Premi o addirittura nessuno. Sicuramente non invidio  lavoro della F1. In Liberty Media stanno cercando di capire come, da un programma originale di 22 gare, possano garantire quante più gare possibili nonostante questa situazione”. Non semplicissimo, considerando le restrizioni. “Il problema principale è legato alle limitazioni dei vari governi che rendono  difficile per le 2.000 persone che lavorano nel paddock del Circus  spostarsi e attraversare i vari confini per svolgere il proprio lavoro in un solo weekend”.

OPPORTUNITÀ – Claire Williams ha poi parlato della crisi generata dal Covid-19 da vivere come una possibile opportunità. “La F1 ha probabilmente un modello insostenibile.  I team più grandi devono capire cosa fare per garantire la sopravvivenza dei più piccoli. Sono rimasta delusa dal fatto che non abbiamo varato le nuove regole che sarebbero state previste per il 2021. Sono norme che avrebbero davvero creato un grande futuro per tutti i team. Se le avessimo attuate due anni fa, non saremmo tutti preoccupati come lo siamo ora. Non posso nascondere che come scuderia siamo un po’ esposti al momento. Ma sono anche fiduciosa che riusciremo a superare questo momento così difficile. Sono una inguaribile ottimista”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy