Djokovic dagli Under 14 al palco di… Sanremo

Djokovic dagli Under 14 al palco di… Sanremo

Fuori programma al festival della canzone italiana: sul palco arriva Djokovic…

di Redazione Il Posticipo

Dalla musica allo sport. Djokovic a Sanremo: una sorpresa che all’interno del Festival. Fresco della vittoria all’Australian Open, il tennista è salito sul palco del Festival della Canzone Italiana per una breve chiacchierata con i conduttori.A cui è seguito anche uno…scambio.

SALUTI – Dall’Australia a Sanremo. Djokovic si era “mimetizzato” fra le prime file dell’Ariston poi è stato “convocato” sul palco dove ha scambiato qualche battuta con i presentatori. “Sono ritornato ieri, grazie per avermi invitato, sono molto felice di essere qui”. Djokovic, con grande sorpresa, parla benissimo in italiano. Una lingua con cui ha fraternizzato presto.  Ha giocato da ragazzo proprio nella città del Festival. “Vengo spesso, in Italia, e non solo per giocare a Roma. Sono stato anche Sanremo per giocare un paio di tornei under 14, con Riccardo Piatti a Bordighera. Mi piace molto Jannic”. Gli si chiede di Fabio Fognini. Djokovic ci ride su. “Un fenomeno. Un grande amico. Auguri a lui e Flavia sono diventati genitori”.

MUSICA – Djokovic ama la musica italiana. In particolare Eros Ramazzotti: “Mi piace molto terra promessa”. Detto e fatto. Nell’attesa di una racchetta, non facilissima da trovare all’Ariston, i microfoni non mancano. Ed eccolo, dunque, in un trio improvvisato con Amadeus e Fiorello. Intona, con risultati non paragonabili a quelli sul campo, il motivo che tanto ama. Quindi il gran finale: arriva una racchetta. E questa volta è molto più a suo agio. Uno “scambio” con Fiorello. Applausi e si torna alla musica. Il fuori programma ha comunque entusiasmato il pubblico e divertito parecchio anche il tennista.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy