Zaniolo, il predestinato: per precocità, come lui (quasi) nessuno mai

Zaniolo, il predestinato: per precocità, come lui (quasi) nessuno mai

Le stimmate del predestinato. Zaniolo, a 19 anni 7 mesi e 10 giorni, ha realizzato la sua prima doppietta in Champions League. Record assoluto per un italiano. Ecco come si sono “comportati” i suoi colleghi ancora in attività quando si è trattato di segnare…da giovani.

di Luigi Pellicone

Predestinato

Foto Luciano Rossi/AS Roma/ LaPresse 12/02/2019 Roma (Italia) Sport Calcio AS Roma - Porto Uefa Champions League 2018 2019 - Stadio Olimpico di Roma Nella foto: Nicolò Zaniolo Photo Luciano Rossi/AS Roma/ LaPresse 12/02/2019 Roma (Italia) Sport Soccer AS Roma - Porto Uefa Champions League 2018 2019 - Olimpic Stadium of Roma (Italy) In the pic: Nicolò Zaniolo

Le stimmate del predestinato. Zaniolo, a 19 anni 7 mesi e 10 giorni, ha realizzato la sua rete, ma soprattutto la sua prima doppietta in Champions League. Record assoluto per un italiano. Il ragazzo si è preso la notte dell’Olimpico contro il Porto e, al netto del risultato finale, conferma quanto di buono ha fatto vedere in campionato anche in Europa. Ottime notizie per la Roma e anche per Mancini. Meglio di lui, fra gli italiani, nessuno mai. O quasi. Ecco, fra chi è ancora in attività, quelli che hanno segnato in Champions…da giovani.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy