calcio

Vieri, una…Milano da bere: derby, gol, donne, intercettazioni telefoniche, depressione, feste e la Bobo TV

Bomber si nasce, non si diventa. E Bobo Vieri, modestamente...lo è. Dall'Australia a Milano, con entrambe le maglie della sfida che quest'anno vale lo scudetto. Decine di migliaia di chilometri e un unico comune denominatore: gol e divertimento.

Redazione Il Posticipo

Vieri, una…Milano da bere: derby, gol, donne, intercettazioni telefoniche, depressione, feste e la Bobo TV- immagine 2

A due giornate dalla fine del campionato, la sfida tra Milan e Inter la analizza uno dei doppi ex per eccellenza del derby della Madonnina, che è anche uno dei "bomber" più bomber di sempre, sotto tutti i punti di vista. Bobo Vieri ha sposato tante maglie e rimane l'icona di un calciatore straordinariamente efficace in campo e simpatico, negli eccessi, fuori: colpi di testa in campo e non. Tantissime reti, altrettante donne, flirt, polemiche, intercettazioni telefoniche, depressioni e feste sfrenate. La vita di Bobo Vieri è degna di un libro e non a caso il titolo della sua autobiografia è "Chiamatemi Bomber", che riassume perfettamente il Bobone nazionale. Che si è anche scoperto ottimo intrattenitore, visto che con la sua BoboTV spopola e ospita il meglio del calcio, da Totti a Guardiola. Un'altra tappa del suo lungo viaggio, dall'Australia all'Italia, decine di migliaia di chilometri e un unico comune denominatore: gol e divertimento.