Viaggi ad Auschwitz, abbonamenti ritirati e tante altre idee: ecco come i club combattono il razzismo sugli spalti

Ancora razzismo negli stadi e stavolta il caso diventa internazionale. Ma qualcuno ha cominciato a combattere. Molte squadre hanno deciso di agire, con programmi e idee che potrebbero essere copiati anche in Italia.

di Redazione Il Posticipo

Fuori!

Non è bastato, perchè qualche mese dopo i Blues hanno dovuto prendere altri provvedimenti, visto che l’ignoranza è difficile da estirpare. Nel match contro il Manchester City del dicembre 2018, alcuni tifosi di casa hanno cominciato a urlare insulti a sfondo razziale in direzione di Raheem Sterling. E il club ha deciso di colpire nella maniera più netta possibile. Bandendo da Stamford Bridge le prime quattro persone. Quattro tifosi sono stati sospesi dalla frequenza alle partite della squadra perché sospettate degli insulti a Sterling durante la partita.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy