Vent’anni senza Lucio Battisti: quando il calcio è musica…

Vent’anni senza Lucio Battisti: quando il calcio è musica…

Anniversario della morte di Lucio Battisti, tifoso laziale: la Curva Nord intona sempre “I giardini di Marzo”. E il resto dell’Italia? Ecco i cantautori che sono entrati in…curva

di Redazione Il Posticipo

LUCIO BATTISTI

Vent’anni senza Lucio Battisti. Uno dei cantautori più amati d’Italia. Nel giorno dell’anniversario della sua morte, il suo nome si associa alla curva della Lazio che ne ha “adottato” testi e spartiti. I “Giardini di Marzo” è ormai un altro inno che accompagna le vittorie e le gioie dei tifosi biancocelesti. Battisti però non è l’unico cantautore che ha trasmesso passione ed è diventato idolo delle curve. La musica, del resto, non ha colore, anche se anche i grandi cantautori avevano le loro simpatie. Battisti era della Lazio, andava allo stadio in incognito, per non farsi riconoscere, come rivelò qualche anno fa il padre.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy