calcio

Un gigante fragile, ma che ha vinto la sua battaglia: Sinisa Mihajlovic e gli altri guerrieri del pallone

Redazione Il Posticipo

 (Photo by Claudio Villa/Getty Images)

"Fisicamente sto bene, penso di aver rimesso su i muscoli, ma sono ancora molto spaventato e preoccupato". Gianluca Vialli ha spiegato così nel 2020 fa al Times le sensazioni che prova dopo mesi in cui ha combattuto e sconfitto il cancro. La sua vittoria è quella di tutto il calcio italiano, che alla notizia della malattia dell'ex bomber di Samp, Juventus e Chelsea si era stretto a lui in un abbraccio infinito. E ora che sta meglio, ha anche avuto la gioia di vincere gli Europei accanto al suo amico di sempre Mancini, fungendo persino...da portafortuna dimenticato fuori dal pullman prima di ogni match.