calcio

Un anno senza Maradona: una vita di follie, tra amici, nemici, famiglia, testamenti e… fucili

Redazione Il Posticipo

(Photo by Chris McGrath/Getty Images)

Occhio, perchè Diego...spara. In tutti i sensi. Febbraio 1994, si avvicina il Mondiale statunitense e tutto il mondo vuole sapere se Maradona prenderà parte alla kermesse. E quindi intorno a casa sua c'è sempre un bel codazzo di reporter e giornalisti, pronti ad immortalare il Diez e a chiedergli lumi sul suo futuro con la maglia dell'Albiceleste. Per tutta risposta, Maradona spara con un fucile ad aria compressa ferendo alcuni dei presenti. Per la cronaca, al mondiale ci andrà e finirà male. Così come in tribunale, dove viene condannato a risarcire le vittime dei suoi colpi.