Tutto su Kanté, il topolino e ragioniere che va ai matrimoni dei tifosi…e paga più tasse di Amazon

Tutto su Kanté, il topolino e ragioniere che va ai matrimoni dei tifosi…e paga più tasse di Amazon

Tutti, a partire da Antonio Conte, vogliono N’Golo Kantè. Mai troppo sottolineata, la presenza in campo del calciatore del Chelsea è fondamentale. E pian piano lo stesso Kanté, che a diventare famoso neanche ci tiene, sta assumendo uno status leggendario. Leggere per credere…

di Redazione Il Posticipo

Topolino

(Photo by Alex Grimm/Getty Images)

Quanto conta il mediano nel calcio moderno? Tanto. Tantissimo. Ecco perchè tutti, a partire da Antonio Conte, vogliono N’Golo Kanté. Il centrocampista è un uomo in più e senza di lui il Chelsea giocherebbe in dieci, quando è abituato a scendere in campo…in dodici! E pian piano lo stesso Kanté, che a diventare famoso neanche ci tiene, sta assumendo uno status leggendario. A partire dal soprannome: “il topo“. Non un soprannome di quelli altisonanti, anzi. A primo sguardo, neanche un complimento. E il bello è che glielo ha affibbiato un suo compagno di squadra. L’idea di chiamare il francese The Rat arriva da Eden Hazard, che ha prima conosciuto da avversario e poi da alleato la capacità del centrocampista di spuntare da qualsiasi parte del campo senza preavviso, rubare il pallone e andarsene con altrettanta velocità. Proprio come fa un topo con il cibo. Semplice e funzionale. E quindi, che topo sia. Ma allo stesso tempo…un eroe di culto, come dimostrano tante storie…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy