Tutto o niente: è…riesploso Berardi, l’incubo dei fantacalcisti tra triplette e digiuni

Tutto o niente: è…riesploso Berardi, l’incubo dei fantacalcisti tra triplette e digiuni

L’attaccante del Sassuolo comincia la sua stagione con una tripletta alla malcapitata Sampdoria. Del resto, il venticinquenne è fatto così: o tutto o niente. Ed è per questo che è…l’incubo dei fantacalcisti: per la costanza, rivolgersi altrove…

di Redazione Il Posticipo

POKER

Lo scalpo più celebre della sua carriera però Berardi lo conquista a gennaio 2014. In una giornata assurda, il Sassuolo batte il Milan di Max Allegri per 4-3. E a segnare tutte le reti dei padroni di casa è proprio l’attaccante calabrese, che ribalta un match che vedeva i rossoneri avanti per 0-2. La debacle costa il posto all’allenatore toscano, che saluta la panchina del Milan dopo uno scudetto vinto e un altro sfiorato. Ed è Berardi mania, per la gioia di chi ha scommesso su di lui anche…al fantacalcio. Ma non è finita qui.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy