Tutti…i cocchi dei presidenti, tra amori eterni e storie finite male

Tutti…i cocchi dei presidenti, tra amori eterni e storie finite male

Quello tra Messi e Bartomeu è un amore ormai infranto, ma ogni presidente che ha scritto la storia di un club ha un pupillo. Alcune storie ancora sono attuali, altre sono finite male. Alcune restano incancellabili…

di Redazione Il Posticipo

Agnelli

(Photo by Gerd Scheewel/Bongarts/Getty Images)

Quello tra Messi e Bartomeu è un amore ormai infranto. E dire che il presidente del Barça nel 2016, dopo la vittoria del Pallone d’Oro aveva detto: “Quello che abbiamo lo dobbiamo a lui. Il Barcellona ha avuto tanti campioni. Crujiff ci ha sottratto all’oblio e consegnato alla storia, ma Messi ci ha reso universalmente riconosciuti”. Del resto ogni numero uno, da buon tifoso, ha un calciatore preferito. Alcune storie ancora sono attuali, altre sono finite male. Alcune restano incancellabili… Il bianconero più amato dal presidente dei campioni d’Italia Andrea Agnelli? Montero. Del resto, anche Agnelli si è cimentato anche nel calcio. Giocando in difesa, si ispirava al centrale perno della retroguardia di Lippi, salito sul tetto del mondo. Giocatore ruvido in campo, ma di grande cuore fuori dal rettangolo di gioco, è entrato nel cuore di tantissimi tifosi bianconeri che non hanno dimenticato la sua costante presenza al fianco di Pessotto. E quali sono gli altri cocchi dei presidenti?

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy