calcio

Recoba e gli altri: tutti…i cocchi dei presidenti, tra amori eterni e storie finite male

Il 25 gennaio del 1998 è uno dei giorni in cui la classe del Chino brilla di più: rete contro l'Empoli da centrocampo, per la gioia di Moratti. Da allora tantissime magie e altrettante pause per uno dei...cocchi dei presidenti!

Redazione Il Posticipo

Recoba e gli altri: tutti…i cocchi dei presidenti, tra amori eterni e storie finite male- immagine 2

Ogni volta che Ronaldo parla di Inter, spiega che per lui Massimo Moratti è stato come un padre. Ma per quanto l'ex presidente nerazzurra abbia potuto voler bene al due volte Pallone d'Oro, non è mai stato il suo preferito. Nè il verdeoro, nè Ibra, nè Vieri, nè il capitano Zanetti. Moratti era "innamorato" del piede sinistro di Recoba, croce e delizia di tantissimi tifosi nerazzurri. Il fantasista fa breccia nel cuore del presidente del triplete al suo esordio in nerazzurro quando risolve, praticamente da solo, la gara d'esordio con il Brescia con due reti da distanza siderale. E il 25 gennaio del 1998 è uno dei giorni in cui la classe del Chino brilla di più: rete contro l'Empoli da centrocampo, per la gioia di Moratti. Da allora tantissime magie e altrettante pause, senza però mai uscire dalle simpatie del presidente. E in fondo ogni numero uno, da buon tifoso, ha un calciatore preferito. Alcune storie ancora sono attuali, altre sono finite male. Alcune restano incancellabili... E quali sono gli altri cocchi dei presidenti?