Trapianti di capelli, sbornie pazzesche e conferenze stampa leggendarie: una vita da Klopp, fame e follia, talento e cervello

Calcio, filosofia, ironia e voglia di vincere: Klopp è uno degli allenatori più apprezzati degli ultimi anni, ma anche un fenomeno da studiare e capire. Folle e affamato. Il tedesco riesce a trasformare in uno show qualsiasi cosa, persino le dichiarazioni sul calciomercato del Liverpool…

di Redazione Il Posticipo

FRIGNONE

Che il Liverpool vinca in due anni Champions e Premier League o che non riesca a segnare da ormai quattro partite in campionato, il protagonista dell’epopea dei Reds resta sempre Jürgen Klopp. Uno che se non ci fosse bisognerebbe inventarlo, capace di parlare di calciomercato e di spiegare, con il suo inglese molto particolare, di non essere…un frignone, ma di aver comunque chiesto un difensore. E chi deve capire…capisca. Il tedesco è un personaggio, amatissimo, quasi idolatrato, sia ovviamente da parte dei suoi tifosi che da chiunque ami il calcio. Del resto, in un mondo come quello del pallone in cui ci spesso e volentieri ci si prende un po’ troppo sul serio, l’allenatore campione d’Inghilterra in carica rappresenta un caso più unico che raro. Come dimostrano tanti piccoli aneddoti della sua straordinaria carriera.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy