Tino Asprilla, in ospedale per…troppo Twitter: l’ultima follia del colombiano, dopo tori, bagarinaggio, pistole e preservativi…

Tino Asprilla, in ospedale per…troppo Twitter: l’ultima follia del colombiano, dopo tori, bagarinaggio, pistole e preservativi…

Asprilla passa alla storia come un calciatore capace di tutto, nel bene e nel male. L’ultima impresa, vista dalla sua prospettiva, è l’operazione a una mano. Nessuna frattura. Semplicemente un utilizzo smodato dello smartphone.

di Redazione Il Posticipo

PLAYBOY

Colombian former soccer player Faustino Asprilla during presentation of his condoms line Tino, in Bogota, Colombia, 25 October 2016. EFE/LEONARDO MUNOZ

Non solo pistolero, anche superman. Nel senso più pieno del termine. Le donne impazziscono per lui e gli sono attribuiti diversi flirt. Si favoleggia di notti in compagnia della nota modella di Penthouse Petra Scharbach. Talmente spregiudicato da posare, in pieni anni 1990, quando ancora l’omosessualità è un tabù, specialmente nel calcio, per una rivista di soli uomini. Così come mamma l’ha fatto. Del resto, e lo confermano voci autorevoli come Gigi Buffon, Asprilla più che imbarazzarsi, creava imbarazzo ai compagni sotto la doccia per le doti extracalcistiche…molto notevoli. E a fine carriera? Come utilizzare al meglio il proprio fisico dopo aver giocato a calcio? Allenarsi? Non ci pensa nemmeno. Si butta nell’imprenditoria e crea una nuova marca di preservativi, la “Tino”. Lo slogan? Per una compagnia che produce prodotti del genere mai più azzeccato: “El tamaño sí importa” ovvero, le dimensioni contano.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy