calcio

Theo Hernandez e gli altri: vendere e pentirsi, quando gli addii diventano rimpianti…

Redazione Il Posticipo

In primis fu Andrea Pirlo. Moratti se ne innamora ai tempi del Brescia e nel 1998 riesce a portarlo all'Inter  dove il ragazzo incontra qualche difficoltà e viene mandato in prestito in giro per l'Italia. A Brescia, Mazzone lo reinventa playmaker davanti alla difesa, ma in casa Inter nessuno ci fa caso e nel 2001 viene ceduto con leggerezza al Milan. E ne scrive la storia.