calcio

Taribo West, l’elogio della follia: treccine, un’età indefinibile e “Dio ha detto che devo giocare!”

Redazione Il Posticipo

West ha giocato forse gratis. La certezza è però nel grande talento che non sfugge agli osservatori. Al netto del look stravagante e dei capelli legati da treccine biancoverdi, quel colosso al centro della difesa è difficilmente superabile. Come tutta una Nazionale che vive un ciclo straordinario e forse irripetibile. Con Kanu, Oliseh, Babayaro e Okocha, nel 1996 l’Africa sale sul tetto del mondo calcistico vincendo l’oro olimpico del 1996 ad Atlanta. Due anni dopo è dell’Inter.