Talentuoso, capriccioso, fumantino e…scioperante: le bizze e gli eccessi di Neymar

La stagione 2020/21 non inizia nel migliore dei modi per l’asso brasiliano, che nel giro di qualche settimana è risultato positivo al Covid-19 e poi si è fatto espellere nel match di campionato contro il Marsiglia. Del resto la sua carriera è costellata di vizi, eccessi e…capricci.

di Redazione Il Posticipo

BISCOTTI

(Photo by Aurelien Meunier/Getty Images)

Neymar cuore di papà. E anche di mamma. Il brasiliano è legatissimo alla propria famiglia e non ha mai nascosto quanto sia stato importante il calcio, anche per uscire dalla condizione di precarietà. La famiglia Neymar non era nell’indigenza, ma molto vicina alla soglia della povertà. In questo senso è significativo l’aneddoto del biscotto. “Abbiamo sempre avuto qualche difficoltà, ma non è mai mancato nulla di essenziale come il cibo. Ricordo, però, che dissi a mia madre che avevo voglia di mangiare un biscotto ma non aveva i soldi per comprarmelo. Mentre cercava di consolarmi ho detto: ‘voglio diventare ricco e comprarmi una fabbrica di biscotti’. A volte, quando mia madre ne parla, piange ancora”. Nel frattempo la famiglia si è allargata e gli spazi, in una villa di 28 milioni di euro dovrebbero essere sufficienti. Così come i biscotti.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy