Gli Invincibili: le migliori strisce di imbattibilità dei grandi campionati

Nonostante una striscia di imbattibilità di 56 partite, il Celtic raggiunge a malapena la top 5 se si prendono in considerazione solo i campionati più competitivi.

di Francesco Cavallini

Come dicono gli inglesi, tutte le cose belle prima o poi finiscono. E quindi anche la splendida cavalcata del Celtic di Brendan Rodgers si interrompe dopo 56 partite senza sconfitte nella Scottish Premiership (69, se si contano anche le coppe scozzesi). Merito degli Hearts, che sconfiggono gli Hoops con un netto 4-0 e non gli permettono di lanciarsi verso il record nazionale, detenuto dagli stessi biancoverdi. Già, perchè con un’imbattibilità lunga 56 partite, non si entra neanche nella top 10 delle migliori strisce europee e si raggiunge a malapena la top 5 se si prendono in considerazione solo i campionati più competitivi. Non ci credete? Ecco i numeri…

56: Benfica (1976–78)

Un record molto sentito in Portogallo, al punto che nel 2012, quando il Porto arriva ad una sola partita dal primato degli storici rivali, la sconfitta dei Dragoni per mano del Gil Vicente è stata festeggiata come fosse un titolo nazionale. Anche perchè quello che è tuttora il record portoghese, le 56 partite senza sconfitte del Benfica, guidato dall’inglese John Mortimore tra il 1976 ed il 1978, è stato interrotto proprio dal Porto! Che tra l’altro nella stagione precedente si era aggiudicato comunque il campionato, pur perdendo una partita, contro le imbattute aquile di Lisbona.

58: Olympiacos (1972–74)

L’era aperta dall’arrivo del presidente Nikos Goulandris, subito dopo la fine del regime dei Colonnelli, è forse il periodo migliore della storia dell’Olympiacos, capace di farsi onore sia in patria (vincendo tre campionati consecutivi) che in Europa, combattendo in Coppa dei Campioni e in Coppa UEFA conto le migliori squadre continentali. Sotto la guida di Lakis Petropoulos, i biancorossi dominano il campionato facendo incetta di record individuali e di squadra, con sugli scudi il centravanti Triantafyllos, 58 rete in 80 partite in tre stagioni.

58: Milan (1991–93)

La punizione di Tino Asprilla che pone fine alla striscia di imbattibilità del Milan di Fabio Capello è uno dei momenti storici del calcio italiano. Dopo cinquantotto partite, vengono sconfitti gli “Invincibili”, la squadra nata dalle ceneri (mai del tutto bruciate) degli “Immortali” di Sacchi, plasmata dal tecnico friulano per diventare una macchina da vittorie in Italia (tre scudetti consecutivi) e in Europa (la Champions League vinta per 4-0 contro il Barcellona). La stagione 1991/92 è il picco di questa cavalcata, con lo Scudetto vinto con lo 0 nella casella delle sconfitte.

62: Celtic (1915–17)

La striscia di risultati utili appena interrotta non è l’unica nella lunga storia del Celtic Glasgow. Già oltre cent’anni fa, durante la Prima Guerra Mondiale, sotto la guida di Willie Maley, gli Hoops riuscirono a rimanere imbattuti per oltre un anno e mezzo, collezionando ben 62 match senza perdere tra il novembre 1915 e l’aprile 1917. E a rendere ancora più eccezionale questo primato (che resiste tuttora anche come record britannico), ci sono addirittura due partite ufficiali giocate nello stesso giorno dal Celtic, contro i Raith Rovers ed il Motherwell.

104: Steaua Bucarest (1986–89)

In cima a questa classifica, imbattibile di nome e di fatto, c’è la Steaua Bucarest degli anni Ottanta, una squadra capace di aggiudicarsi cinque titoli di Romania consecutivi, oltre ad alzare la Coppa dei Campioni nella stagione 1985/86 grazie alle parate di Duckadam nella finale contro il Barcellona di Terry Venables. Oltre cento partite senza mai conoscere sconfitta per la squadra di Jenei prima e Iordanescu poi, che includeva talenti come Belodedici e Lacatus (un anno alla Fiorentina per lui). Aggiungendo alla striscia di risultati utili anche le partite di coppa, si arriva addirittura a 119, una cifra che probabilmente nessuno nei campionati maggiori riuscirà mai ad eguagliare.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy