Smetto, anzi no. Torno. E poi? Da Tourè a Cassano: chi viene, chi va, chi lascia e ci ripensa

Smetto, anzi no. Torno. E poi? Da Tourè a Cassano: chi viene, chi va, chi lascia e ci ripensa

Il non sapere se si vuole lasciare definitivamente o no è caratteristica di molti calciatori, anche importanti. Che hanno annunciato il ritiro e poi sono tornati. Salvo poi mollare di nuovo.

di Redazione Il Posticipo

Fine del mondo

594c534f228d5

Ma la palma per la motivazione più assurda per lasciare il calcio e poi tornare non può che andare a Carlos Roa. Che non sarà stato un fenomeno, ma che verso la fine degli anni Novanta si era conquistato a suon di prestazioni la porta dell’Argentina. E poi? E poi è arrivata la fine del mondo. O almeno, secondo Roa stava per arrivare. E quindi il portiere ha lasciato il calcio per prepararsi all’avvento del Redentore in un ritiro spirituale. Poi il mondo…non è finito e la carriera di Roa è ricominciata come se nulla fosse!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy