Sigarette, muratori e milioni rifiutati: Hubner e gli altri, la leggenda dei bomber di provincia

Sigarette, muratori e milioni rifiutati: Hubner e gli altri, la leggenda dei bomber di provincia

Un club che ha del leggendario: quello dei bomber di provincia. Quelli che quando si è trattato di regalare gioie e reti in giro per la Serie A, difficilmente si sono fatti pregare… Il re incontrastato della categoria è certamente Tatanka, al secolo Dario Hubner. Che compie 53 anni e si fa conoscere al grande calcio a…30.

di Redazione Il Posticipo

Tatanka

HUBNER

Un club che ha del leggendario: quello dei bomber di provincia. Quelli che magari nelle big non ci sono mai stati o hanno fallito, ma che quando si è trattato di regalare gioie e reti in giro per le piccole e medie società della Serie A, difficilmente si sono fatti pregare…Il re incontrastato della categoria è certamente Tatanka, al secolo Dario Hubner. Che compie 53 anni e si fa conoscere al grande calcio a…30, età un po’ avanzata per esordire in serie A. Il centravanti del Brescia, però, non si formalizza nell’incontrare i grandi difensori dei primi anni 2000. All’esordio in Serie A, con il Brescia a trent’anni compiuti, segna a San Siro contro l’Inter, per poi ripetersi con una clamorosa tripletta la domenica successiva contro la Sampdoria. Chiuderà con con 17 reti in 31 presenze e l’anno successivo, al Piacenza, si toglie addirittura lo sfizio di diventare capocannoniere. Poi Ancona e Perugia, per una carriera che sa di leggenda e di…sigarette.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy