calcio

Scarpa d’Oro, se la vince Immobile l’Italia…cala il tris: Re Ciro come Totti e Toni

Redazione Il Posticipo

Sempre a quota due c'è una nazione che... non esiste più. La Jugoslavia festeggiava le scarpe d'oro di Josip Skoblar (44 gol con la maglia dell'Olympique Marsiglia) nel 1970/71 e dopo 20 anni esatti quella di Darko Pancev (Stella Rossa, 34 gol). Due giocatori premiati li conta anche la Romania (Georgescu, Mateut), l'Uruguay (Forlan e Suarez), l'Austria (Krankl e Polster) e in una certa misura anche il Galles: Ian Rush nell'83/84 e David Taylor che però ha la sfortuna di segnare più di tutti nella stagione 1993/94. Tra il 1992 e il 1996, il premio non è stato assegnato. Quasi spaventa pensare che una nazione come il Brasile abbia prodotto soltanto due giocatori capaci di vincere il Golden Boot, Ronaldo e Jardel.

Potresti esserti perso