Sarri e i suoi predecessori: i…brevi e complicati amori della Signora

Dura poco più di un anno l’esperienza di Sarri alla guida della Juventus. Ci si aspettavano vittorie e bel gioco, ma sono arrivate prestazioni poco convincenti e troppi ribaltoni inattesi. E quando con la Signora non ci si prende…ci si lascia. Di amori durati assai poco, a Torino, ce ne sono molti negli ultimi decenni…

di Redazione Il Posticipo

A mani vuote

Adesso è ufficiale, dura poco più di un anno l’esperienza di Maurizio Sarri alla guida della Juventus: da giugno 2019 ad agosto 2020, con in mezzo quasi quattro mesi di stop dovuti al Covid-19. La società bianconera annuncia l’esonero del tecnico che ha vinto lo scudetto, ma con un margine minimo rispetto agli ultimi anni di dominio, ha fallito in Coppa Italia e che soprattutto, con in squadra Cristiano Ronaldo, si è fermato agli ottavi di Champions. Troppo poco per le ambizioni juventine. Ci si aspettavano vittorie e bel gioco, ma sono arrivate prestazioni poco convincenti e troppi ribaltoni inattesi. E quando con la Signora non ci si prende…ci si lascia. Di amori durati assai poco, a Torino, ce ne sono molti negli ultimi decenni…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy