Sarri, Conte e gli altri…”integralisti”: quando un modulo o un’idea di gioco sono quasi intoccabili (e a volte costano caro)

Sarri, Conte e gli altri…”integralisti”: quando un modulo o un’idea di gioco sono quasi intoccabili (e a volte costano caro)

Si può cambiare idea rispetto al proprio modulo preferito? Certo, come dimosta Pirlo, che alla Juventus può tornare alla difesa a 3. Di esempi ce ne sono tanti, ma c’è anche chi a stravolgere la propria filosofia di gioco non ci pensa per niente e a volte…ci rimette anche la panchina.

di Redazione Il Posticipo

Integralista

Pirlo, che nei mesi precedenti rispetto alla sua nomina ad allenatore della Juventus parlava di 4-3-3, potrebbe cambiare idea e tornare alla difesa a 3, che ha fatto la fortuna di due suoi predecessori come Conte e Allegri. Esattamente quello che non ha fatto Sarri, che pur con in squadra gente del calibro di Cristiano Ronaldo o Dybala, non ha mai mancato di spiegare che le individualità che ha a disposizione vanno sfruttate nell’interesse del collettivo. Insomma, al Sarriball, o al tentativo di imporlo non ci ha rinunciato. Così come al 4-3-3, che dopo anni di 4-3-1-2 è ormai il marchio di fabbrica del tecnico bianconero. I risultati però gli hanno dato torto ed è arrivato l’esonero, dimostrando che c’è chi a stravolgere la propria filosofia di gioco non ci pensa per niente ma che a volte…ci si rimette anche la panchina. Di esempi ce ne sono…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy