calcio

Salernitana, corsa contro il tempo: ecco le altre presidenze multisquadra nella storia del calcio italiano

I campani sono arrivati in Serie A, costringendo però la proprietà a cedere entro il 31 dicembre, perchè nella stessa divisione non possono giocare squadre della stessa proprietà. Ma la storia racconta di tanti esempi illustri al riguardo...

Redazione Il Posticipo

PESCARA, ITALY - MAY 10: US Salernitana players celebrate the victory after the Serie B match between Pescara Calcio and US Salernitana at Adriatico Stadium on May 10, 2021 in Pescara, Italy.  (Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images)

Nel 2004, la scena calcistica italiana saluta l'ingresso di Claudio Lotito, corso in soccorso della Lazio con un aumento di capitale. La società quasi annienta il debito e la squadra comincia a riprendersi dopo qualche anno molto, molto duro. Con suo cognato, Marco Mezzaroma (già comproprietario del club), nel 2011 prende il controllo della Salerno calcio, ripristinando il nome del club a Salernitana. E alla fine i campani sono arrivati in Serie A, costringendo però la proprietà a cedere, prima a un trust e poi a un nuovo acquirente perchè nella stessa divisione non possono giocare squadre della stessa proprietà ed entro il 31 dicembre deve esserci l'atto notarile, onde evitare l'esclusione dal campionato (e tutti i problemi che ne susseguirebbero...). E mentre la corsa contro il tempo del club campano per trovare un nuovo proprietario continua, la storia racconta di tanti esempi illustri al riguardo, pur senza il successo del numero uno biancoceleste...