calcio

Rovesci di mercato: da incedibili a partenti. O peggio, sopportati…

Neymar minaccia lo sciopero, ma la sua posizione è sempre meno solida. Lo scorso anno, dopo il mondiale, era pronto a rilanciarsi alla grande. Dodici mesi dopo si ritrova nella veste di "cedibile" insieme ad una discreta e illustre compagnia.

Redazione Il Posticipo

Di nuovo caso Neymar. L’attaccante brasiliano non vede l’ora di ritornare in Catalogna dopo due stagioni in Francia e spera che il presidente Nasser Al-Khelaïfi sia disposto a farlo partire. Qualora non dovesse essere così, il giocatore è pronto a scioperare. La sua posizione, al netto dei "capricci" è sempre meno solida. Lo scorso anno, dopo il mondiale, era pronto a rilanciarsi alla grande a Parigi. Dodici mesi dopo si ritrova nella veste di "cedibile" e sopportato insieme ad una discreta e illustre compagnia.

Potresti esserti perso