Romagnoli e gli altri…principi senza corona della Serie A: quando il “regno” è pesante da gestire

Il Milan riparte e lo fa senza il suo capitano. Alessio Romagnoli rischia di iscriversi all’elenco dei principi senza corona. Quei giocatori destinati a prendersi eredità pesanti, ma che alla fine non riescono mai a diventare re… E la lista è lunga

di Redazione Il Posticipo

Senza corona

(Photo by Tullio M. Puglia/Getty Images)

Il Milan riparte e lo fa senza il suo capitano. Alessio Romagnoli, classe 1995, ha da sempre avuto addosso l’etichetta di predestinato, uno di quelli che doveva rinverdire i fasti di Nesta e di Cannavaro. La sua storia però racconta di una successione non proprio riuscita. I rossoneri lo acquistano dalla Roma e pian piano gli affidano sempre più responsabilità, ma ora che c’è stato da scegliere chi tenere fuori, Pioli ha sacrificato proprio lui. Che ora, da piccolo principe del calcio italiano, rischia di dover andare a cercare spazio altrove. Anche per la nazionale, di cui doveva essere un pilastro ma che al momento ha visto solo una dozzina di volte. E forse per Romagnoli è l’ultima chiamata per non iscriversi all’elenco dei principi senza corona. Quei giocatori destinati a prendersi eredità pesanti, ma che alla fine non riescono mai a diventare re… E la lista è assai lunga.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy