Roma e Napoli, quattro gradi di separazione…ma non troppo

Roma e Napoli, quattro gradi di separazione…ma non troppo

Roma e Napoli danno vita al derby del sud o derby del sole. Una sfida sentitissima fra due tifoserie e due mondi che in fondo hanno, a modo loro, diversi punti in comune: simboli, passione, canzoni e rappresentanti eccellenti.

di Redazione Il Posticipo

SIMBOLI

Roma e Napoli sono legati da due numeri dieci. E neanche due qualsiasi. Totti e Maradona.  A Roma, se si nomina Francesco, si pensa prima a Totti e poi al Papa. Del resto basta la parola: capitano. Simbolo di una città, profeta (scudettato e Campione del Mondo) in patria e protagonista di una storia che seppur arrivata all’epilogo è ancora vivissima. A Napoli, Diego Armando Maradona è una pietra miliare. L’avamposto del trascendente. Il Semidivino: esiste una Napoli, e un Napoli, prima e dopo Diego Armando Maradona, il dio del calcio, che ha schiuso le porte della gloria calcistica.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy