Rimonte all’ultimo minuto: in Champions non è finita…finchè non è finita

Rimonte all’ultimo minuto: in Champions non è finita…finchè non è finita

La sconfitta dell’Atalanta contro il Paris Saint-Germain nei minuti di recupero conferma un dogma che è meglio non dimenticare mai. In Champions League la partita non è finita…finchè l’arbitro non fischia. Altrimenti, tutto può succedere.

di Redazione Il Posticipo

Recupero

(Photo by David Ramos/Getty Images)

Cinque minuti di recupero. Quelli che al novantesimo separavano l’Atalanta da un miracolo sportivo. La Dea stava battendo per 1-0 il Paris Saint-Germain grazie al gol di Pasalic. Poi, in un attimo, tutto è crollato. Prima Marquinhos e poi Choupo-Moting hanno distrutto il sogno bergamasco, regalando un 1-2 finale che una manciata di giri di lancette prima era assolutamente inimmaginabile. Eppure il match di Lisbona conferma un dogma che è meglio non dimenticare mai. In Champions League la partita non è finita…finchè l’arbitro non fischia. Altrimenti, tutto può succedere. Come dimostrano tante altre storie di match ribaltati all’ultimo momento.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy