alta fedelta

Quelli dal ritiro precoce: i giocatori che hanno lasciato il calcio…ancora troppo giovani

C'è chi vuole giocare in eterno e chi ha preferito lasciare subito il calcio piuttosto che continuare a trascinarsi sui campi senza le giuste motivazioni. E sono tanti ad aver appeso gli scarpini al chiodo quando sembrava ancora presto per farlo...

Redazione Il Posticipo

TURIN, ITALY - DECEMBER 22:  Claudio Marchisio, ex-player of Juventus, greets the fans before the Serie A match between Juventus and AS Roma on December 22, 2018 in Turin, Italy.  (Photo by Juventus FC/Juventus FC via Getty Images)

Mentre Zlatan Ibrahimovic spiega di aver paura di pensare al ritiro a 40 anni, nel tennis c'è la numero uno al mondo, Asleigh Barty, che lascia quando ancora deve compierne 26. Meglio smettere quando si è tornati a essere normali o farlo al massimo della propria carriera? Una domanda che si sono posti in diversi. E di ritiri precoci nel pallone ce ne sono parecchi. Come quello di Claudio Marchisio 36 anni, che si è ritirato dal calcio a 33, un'età in cui tanti colleghi si sentono ancora protagonisti del calcio mondiale. Ma la decisione dell'ex calciatore della Juventus è stata legata a problemi fisici, che gli impedivano di continuare ad alto livello. Il centrocampista ha lasciato senza alcun rimpianto il calcio. Adesso lo commenta, dedicandosi anche ad altre attività imprenditoriali.