Quando la follia…fa vincere la Champions: un 3-4-3 da pazzi

La Champions è per molti ma non per tutti: eppure, fra chi l’ha sollevata al cielo, spicca chi non brilla solo per classe cristallina ma anche per follia pura.

di Redazione Il Posticipo

DINHO

ronaldinho

Sino a quando ha voluto, è stato fra i più grandi. Se fosse stato anche continuo nel rendimento, probabilmente sarebbe salito al piano superiore dei fuoriclasse, accanto a Pelè, i Ronaldo, Maradona e Messi. Per Ronaldinho il calcio è stato sopratutto divertimento e mai fatica. Allenarsi non è nelle sue corde. Brasiliano con la velocità di esecuzione e pensiero di un Europeo. Archetipo artistico del pallone fra trofei, festini, menages a trois in casa, guai con il fisco e con la giustizia.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy