calcio

Pjanic, Balo, Immobile e gli altri: la leva calcistica del 1990, tra promesse mantenute e altre solo in parte

La leva calcistica del 1990 ha diverse storie da raccontare. Come quella di Pjanic, in predicato di tornare in Italia per evitare di essere un principe destinato a rimanere senza corona. Ma anche tante altre, tra successi e delusioni.

Redazione Il Posticipo

 

Pjanic, almeno fino al 2014, era nel limbo di coloro che son sospesi: grandissimo talento, ma a intermittenza. Capace di accendersi e spegnersi nell'arco di 90'. Con la Roma e poi soprattutto con la Juventus ha acquisito quella esperienza e personalità necessarie per prendere in mano la squadra. Il bosniaco si è unito al Barcellona, che lo ha convinto a lasciare l'Italia dopo quasi dieci stagioni. Per lui, dopo tanti anni da principe, è arrivato il momento di provare a diventare l'erede di due...re del centrocampo come Xavi e Iniesta. Missione miseramente fallita, con tanto di polemiche anche ora che è finito al Besiktas. Ora a lui pensa l'Inter, per un ritorno in Italia in grado di riaccendere il suo talento. Un qualcosa che i classe 1990 hanno in abbondanza, anche se in Serie A non è andata benissimo a tutti, tra esplosioni mai arrivate e bacheche piene...