calcio

FRASI STORICHE – A lezione dal maestro. “Me ne sbatto della pressione”. “Vincere rende antipatici”. “Le critiche fanno parte del gioco”

L'allenatore bianconero è apparso molto felice dopo la vittoria in Supercoppa, ma anche sereno e consapevole dei propri mezzi. Stupisce chi si stupisce....

Redazione Il Posticipo

REGGIO NELL'EMILIA, ITALY - JANUARY 20: head coach of Juventus Andrea Pirlo celebrates with the trophy after winning the Italian PS5 Supercup after the Italian PS5 Supercup match between Juventus and SSC Napoli at Mapei Stadium - Citta' del Tricolore on January 20, 2021 in Reggio nell'Emilia, Italy. (Photo by Daniele Badolato - Juventus FC/Juventus FC via Getty Images)
REGGIO NELL'EMILIA, ITALY - JANUARY 20: head coach of Juventus Andrea Pirlo celebrates with the trophy after winning the Italian PS5 Supercup after the Italian PS5 Supercup match between Juventus and SSC Napoli at Mapei Stadium - Citta' del Tricolore on January 20, 2021 in Reggio nell'Emilia, Italy. (Photo by Daniele Badolato - Juventus FC/Juventus FC via Getty Images)

"Da bambino, e poi da ragazzo, ho tentato di combattere contro un concetto declinato in diverse definizioni: unico, speciale, predestinato. Poi ho imparato a conviverci, a sfruttarlo a mio favore. E poi non sento la pressione, la schivo, me ne sbatto. Il pomeriggio del 9 luglio 2006 a Berlino ho dormito, poi ho giocato alla PlayStation. La sera ho vinto il Mondiale".

Andrea Pirlo ha la sua tesi di calcio.  Sacrificio, voglia di lavorare per la squadra, possesso palla, aggressione. Senza paura. Lo hanno definito predestinato. Lo è sempre stato in realtà. L'allenatore bianconero è apparso molto felice dopo la vittoria in Supercoppa, ma anche sereno e consapevole dei propri mezzi. Stupisce chi si stupisce. Pirlo, come ha sempre detto, non ha mai subito la pressione, riesce a conviverci. E ha dato la prova di riuscire a gestirla senza lasciarsi schiacciare da due settimane davvero complicate. 

Potresti esserti perso