FRASI STORICHE – Pirlo, il calcio, la personalità

FRASI STORICHE – Pirlo, il calcio, la personalità

Pirlo, la personalità in conferenza non gli manca. Stupisce chi si stupisce…

di Redazione Il Posticipo

PREDESTINATO

“Da bambino, e poi da ragazzo, ho tentato di combattere contro un concetto declinato in diverse definizioni: unico, speciale, predestinato. Poi ho imparato a conviverci, a sfruttarlo a mio favore. E poi non sento la pressione, la schivo, me ne sbatto. Il pomeriggio del 9 luglio 2006 a Berlino ho dormito, poi ho giocato alla PlayStation. La sera ho vinto il Mondiale”.

Andrea Pirlo ha la sua tesi di calcio.  Sacrificio, voglia di lavorare per la squadra, possesso palla, aggressione. Senza paura. Lo hanno definito predestinato. Lo è sempre stato in realtà. L’allenatore bianconero è apparso molto tranquillo in conferenza stampa, stupisce chi si stupisce. Non ha mai subito la pressione, riesce a conviverci. Ne avrà molta alla Juventus. 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy