calcio

Paul Gascoigne, 54 anni passati a scherzare. E chissà se Gattuso ricorda… quel regalo puzzolente

La storia di Paul Gascoigne è fatta di imprese calcistiche e di demoni personali mai del tutto sconfitti, ma nel giorno del suo compleanno meglio affrontare il lato più amato del calciatore inglese: una capacità di scherzare che non ha limiti...

Redazione Il Posticipo

Mandatory Credit: Allsport UK/ALLSPORT
 8 Nov 1997: Rino Gattuso of Rangers takes a dive off Tommy Boyd of Celtic's challenge during the Bells Scottish Premiership match at Ibrox in Glasgow, Scotland. Rangers won 1-0. Mandatory Credit: Clive Brunskill /Allsport

54 anni vissuti a mille all'ora, a volte anche troppo. La storia di Paul Gascoigne è fatta di imprese calcistiche e di demoni personali mai del tutto sconfitti, ma nel giorno del suo compleanno meglio affrontare il lato più amato del calciatore inglese: una capacità di scherzare che non ha limiti. Di sicuro ne sa qualcosa un vecchio amico: Rino Gattuso. I due si sono conosciuti ai Rangers e l'inglese si è presentato...con una mossa delle sue. Chiedere per credere a Ringhio, che al suo esordio nei Glasgow Rangers riceve il “benvenuto” di Gazza. Il suo primo giorno in Scozia è divenuto indimenticabile non solo per l’emozione ma anche per... l’accoglienza. Gascoigne decide di lasciargli un solido e puzzolente ricordino fisiologico nei calzettoni. Ma poi sono diventati amici! Difficile, in fondo, non voler bene a un tipo come Paul. Anche se con le sue follie si potrebbe scrivere tranquillamente un libro...