I numeri hanno sempre ragione: miracoli della differenza reti

I numeri hanno sempre ragione: miracoli della differenza reti

A parità di scontri diretti, a mettere a riparo la Juventus nei confronti del Napoli è la differenza reti. Un valore in grado di fare la differenza tra gloria e delusione, tra salvezza e retrocessione. O persino di non contare assolutamente nulla!

di Francesco Cavallini

ARSENAL, CI VOGLIONO I GOL FATTI

 

Michael-Thomas-scores-Arsenals-last-minute-title-winning-goal

Può però andare anche peggio (o meglio). Chiedere per informazioni al Liverpool, che nel 1989 si vede soffiare il titolo dall’Arsenal, sempre all’ultimo minuto e neanche per differenza reti, ma per maggior numero di gol fatti. La storia è nota, se non altro perchè è stata immortalata nel celeberrimo Febbre a 90° di Nick Hornby. Ultima di campionato, scontro al vertice. I Gunners sono in vantaggio per 1-0, ma non basta, perchè la differenza reti è ancora a favore dei Reds. Ma la rete finale di Michael Thomas ribalta le gerarchie. Stessa differenza reti (+37) e campionato alla squadra di Londra Nord (73 gol fatti contro 65 del Liverpool).

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy