I numeri hanno sempre ragione: miracoli della differenza reti

I numeri hanno sempre ragione: miracoli della differenza reti

A parità di scontri diretti, a mettere a riparo la Juventus nei confronti del Napoli è la differenza reti. Un valore in grado di fare la differenza tra gloria e delusione, tra salvezza e retrocessione. O persino di non contare assolutamente nulla!

di Francesco Cavallini

MANCHESTER CITY CAMPIONE

1280px-Manchester_City_pitch_invasion

Lo sa davvero bene Roberto Mancini, che nella stagione 2011/12 si è aggiudicato la Premier League proprio attraverso la formuletta magica. Il suo City segna più reti e ne subisce di meno dei cugini dello United e, nonostante un arrivo a pari punti, si portano a casa il campionato. Certo, i Citizens se la sono comunque vista brutta, perchè per agguantare Ferguson e soci e strappare loro il titolo ci sono voluti 93 lunghissimi minuti contro il West Ham, con la rete decisiva di Aguero arrivata in extremis. Un gol che, in termini di classifica, vale…8, la differenza reti finale tra le due squadre.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy