calcio

Pandev, più italiano che straniero: come tanti altri calciatori ormai… di casa

Redazione Il Posticipo

Il racconto di Caceres, che a maggio ha parlato della sua esperienza con il coronavirus, ha colpito tutto il calcio italiano. Anche perchè ormai il difensore uruguaiano è di casa. Da quando è arrivato alla Juventus nel 2009, solo per poco più di due anni ha abbandonato la Serie A, per un'esperienza a Siviglia e mezza stagione al Southampton. Poi di nuovo il bianconero, ma anche le maglia di Lazio, Verona e ovviamente quella della Fiorentina. Per lui 131 presenze nel nostro massimo campionato, che bastano per entrare a far parte di quel novero di calciatori che tricolori non sono, ma che possono essere considerati prodotti del calcio italiano degli ultimi decenni.

Potresti esserti perso