calcio

Pallone d’Oro, stavolta non dovrebbero esserci polemiche: ma quante edizioni hanno fatto discutere…

Redazione Il Posticipo

Nel 1986 il caso più eclatante. Igor Belanov vince il Pallone d’Oro scalzando gente del calibro di Lineker e Butragueño. L’attaccante della Dinamo Kiev segna una tripletta in Belgio URSS 4-3. Esce dal Mondiale ma vince Campionato e Coppa delle Coppe e non viene neanche considerato in patria, considerando che il premio di miglior calciatore sovietico lo vince Zavarov. Ancora oggi, un mistero.