calcio

Occhio alle meteore dei grandi tornei: molte “stelle” di Russia 2018 si sono già spente o eclissate

Redazione Il Posticipo

Yerry Mina, una carriera di alti e bassi. Arriva al Barcellona ma Valverde non lo vede e lui si allena da solo. Si rifa con gli interessi con la Colombia al Mondiale. Tre gol in tre partite, cifre pazzesche per un difensore. Quando i Cafeteros tornano a casa, l'eroe è proprio il difensore blaugrana, che subito dopo il mondiale se ne va in Premier League. Sceglie l'Everton, ma la prima stagione non è rosea. Un infortunio e le prestazioni di squadra decisamente sotto la media lo abbattono. Meglio grazie all'arrivo di Ancelotti, ma ora che il tecnico non c'è più...