calcio

Norvegesi d’Italia: Hauge è solo l’ultimo dei vichinghi in Serie A

Redazione Il Posticipo

 BENEVENTO, ITALY - APRIL 14: Haitam Aleesami during the Serie B match between Benevento and US Citta di Palermo at Stadio Ciro Vigorito on April 14, 2019 in Benevento, Italy. (Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images)

Ma non è finita qui. Di norvegesi in Italia ne sono passati molti altri ma la maggior parte di loro sono state delle meteore. Di esempi di giocatori passati da queste parti per una sola stagione ce ne sono molti a partire da Haitam Aleesami al Palermo nella stagione 2016/17. Knut Andersen, al Padova nel 1951/52, è il vero capostipite che ha aperto la strada, sempre in Veneto a Finn Gundersen (Verona – 1957/58). Petter Rudi del Perugia (1996/97) è stato l'ultimo del I Millennio mentre Runar Berg del Venezia (1999/2000) il primo del II. Dopo una piccola menzione per Rafik Zekhnini (Fiorentina 2017/18) è il caso di spendere una parola per il norvegese meno longevo d'Italia: Erik Huseklepp che al Bari è durato soltanto una sessione di mercato, quella del 2011.

 

Potresti esserti perso