calcio

Non solo campioni: da Borghi a…Vergara, gli acquisti più strani di Silvio Berlusconi

Monza, arriva Ramirez. Un grande colpo, ma anche normale amministrazione per il Cavaliere, che in carriera ha fatto acquisti incredibili. Ma, come è normale che sia, anche preso dei flop, degli emeriti sconosciuti e qualche meteora del pallone...

Redazione Il Posticipo

(Photo by Marco Luzzani/Getty Images)

Grande colpo del Monza, che acquista Gaston Ramirez. L'uruguaiano, svincolato, decide di scendere in Serie B per aiutare la squadra del Cavaliere a sognare la A. Un acquisto che fa rumore, ma che è normale amministrazione, visto che si parla di Silvio Berlusconi, uno i cui colpi hanno riscritto la storia del calcio e del mercato. Il Cavaliere nel corso di tre decenni in rossonero ha comprato grandissimi campioni. Ma, come è normale che sia, anche dei flop, degli emeriti sconosciuti e qualche meteora del pallone... Nel 1987, ad esempio, arriva dall'Argentina Claudio Borghi, centrocampista campione del mondo 1986, acquistato dall'Argentinos Junior per tre miliardi e mezzo. Berlusconi lo adora, Sacchi...non lo può vedere e approfitta del fatto di avere già in rosa Van Basten e Gullit per girarlo al Como. Anche in riva al Lago non entra nelle simpatie dell'allenatore, Agroppi, per via di un atteggiamento svogliato e pigro. Nel 1988, al ritorno dal prestito, El Bichi lascia Milano senza aver fatto neanche una presenza con la maglia rossonera. E non è l'unico flop.